2.10.2012 - Luciano Chiaradia

Design Cinetico

Movimento, interazione e sensazioni

Oggi pensiamo a ispirazioni dall’arte cinetica per creare interazioni con l’ospite e generare sensazioni dal movimento e dal dinamismo di forme geometriche, astratte e virtuali.

L’arte cinetica – nelle sue molteplici forme, da quella programmata all’optical art – raggiunse l’apice del successo con la Mostraarte programmata all’Olivetti di Milano nel 1962 e conThe Responsive Eye al MoMa di New York nel 1965.   

LEAVE A MESSAGE