10.3.2009 - Net Sinergy

Come lo vuoi chiamare?

Un sondaggio per scegliere il nome del treno del futuro e un blog per raccogliere idee, suggerimenti e commenti dai naviganti.
Il treno NTV si chiamerà .Italo

Dal sito ntvspa.it: " Il nome è stato scelto insieme ai viaggiatori attraverso il sondaggio lanciato da NTV su Internet che ha raccolto oltre 37 mila voti.

Tra tutti i nomi arrivati ne sono stati selezionati quattro: Velox, Italo, Saetta e Mercurio, messi in votazione dal 10 al 16 novembre.

Il più votato è risultato Italo che diventa così ufficialmente il nome del treno di NTV.

NTV ha voluto anteporre “il punto” a ITALO per unire all’italianità propria del nome il concetto di internet e della tecnologia della rete, che caratterizzeranno fortemente il treno e tutti i servizi di NTV.

Il nome sarà quindi .ITALO e verrà sviluppato in forma grafica e presentato da NTV nel prossimo futuro.

.ITALO inizierà il servizio sulla rete italiana ad Alta Velocità dal 2011, con l’obiettivo di far viaggiare 10 milioni di passeggeri l’anno entro il 2015.

Sul proprio blog NTV continuerà a dialogare con i viaggiatori raccogliendo idee e suggerimenti."

Un esempio di prosuming

Il concorso “scegli il nome” ha rappresentato un primo importante esperimento di interazione libera e trasparente tra una ambiziosa start-up e il suo mercato potenziale costituito da intelligenze in movimento e in costante evoluzione.

La realizzazione di un sistema di rilevazione e pubblicazione dei commenti degli utenti ha inoltre innescato un interessante processo di aggregazione attorno al concetto del viaggio ideale in treno nel terzo millennio.

Visitando il sito di NTV è possibile scoprire cosa pensano gli utenti attraverso la lettura dei loro commenti, opportunamente organizzati da NTV in categorie omogenee a seconda dell’argomento affrontato: dai servizi a bordo a internet sul treno, dalle esigenze delle famiglie a quelle delle persone diversamente abili.

Questa costante e diretta relazione con il pubblico consente tuttora ad NTV di rilevare bisogni da soddisfare in un mercato giovane e in fase di evoluzione verso una dimensione concorrenziale.

LEAVE A MESSAGE